Indice dei corsi

ITALIANO E DINTORNI

ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE

Le arti

Lingue Europee

Scienza e tecnica

Psicologia e benessere

Creatività e tempo libero

Il saluto dell’Assessora alla cultura Marianna Valenti

  /    /  Il saluto dell’Assessora alla cultura Marianna Valenti

Saluto dell’Assessora alla Cultura

Carissimi,

Con immenso piacere e rinnovato entusiasmo torno a salutarvi per il nuovo anno accademico 2021/2022.

Ci lasciamo alle spalle un periodo particolare, durante il quale sono state davvero poche le possibilità di incontro dal vivo. La ripresa a pieno ritmo delle attività è segno però della voglia di tornare ad apprendere e ad aggregarci, che mai ci ha lasciati e che caratterizza il tessuto associativo dell’Università Popolare Eretina, sempre al servizio della nostra comunità.

Questi caratteri sono ben conservati nel DNA dell’UPE, che può contare su una squadra di grandi persone, dirigenti e docenti, che con caparbietà e forza di volontà hanno dimostrato, anche nel periodo più difficile, di esserci e di non arrendersi, continuando a disseminare cultura, in modo sollecito e disinteressato, per il bene e la crescita dell’associazione.

Ma, soprattutto, l’UPE riprende vitalità grazie ai suoi soci: sia quelli che da sempre rinnovano la loro presenza sia i nuovi arrivati, che compongono quel tessuto connettivo prezioso all’interno del quale si può trovare compagnia, scambio intellettivo, affinità di spirito e, naturalmente, una cara e duratura amicizia.

Per l’anno venturo sono moltissime le attività e i progetti sui quali abbiamo intenzione di continuare a collaborare, restando in ascolto delle vostre esigenze e supportando l’Associazione nelle iniziative che continuerà a proporre.

Speriamo altresì di poter tornare a fare lezione e attività tra le mura scolastiche, luoghi naturalmente concepiti per ospitare momenti di formazione e di educazione continua, facendo fede ai principi che hanno visto nascere l’Università Popolare, in un continuo percorso di lifelong learning e di incontro intergenerazionale.

Più in generale, mi piacerebbe fare un appello a tutte e tutti voi. I tempi che stiamo vivendo lasciano facilmente trasparire una trasformazione sempre più veloce nei canali e nelle modalità di relazione, con una quantità enorme di stimoli esterni, purtroppo spesso assai rapidi e poco profondi. Rimane poco tempo per approfondire, per studiare, per dedicare i nostri spazi di vita agli altri, alla collettività. La nostra volontà, parlando a nome mio e dell’Amministrazione comunale, è quella di continuare a farci sentire presenti mantenendo alto il livello di attenzione e di qualità dedicate all’offerta culturale cittadina, per quanto consapevoli che il compito si fa sempre più arduo e che le risorse si assottigliano di anno in anno. Non ci mancano le idee, la voglia di fare, le energie da impiegare, ma vorremmo coinvolgere anche tutti voi in un “patto sociale”, di welfare culturale, necessario ora più che mai, in un periodo di ripartenza e di rinascita come questo. Ci aspettiamo di avere al nostro fianco cittadini votati al comune senso civico, al rispetto del bene collettivo, destinati al miglioramento della comunità e spinti dall’amore per la città in cui vivono.

Mi piace l’idea che siate i destinatari principali di questo messaggio, che vi chiedo di trasmettere alle vostre famiglie, ai vostri figli e nipoti, alle vostre amicizie e conoscenze. Poiché intendiamo ripartire insieme a voi, testimoniando la bellezza, mettendo a frutto la comunione di intenti, ricominciando dall’ascolto, accompagnando un risveglio dall’assuefazione delle menti e delle coscienze civiche.

Sicuramente ci aiuterebbe a sentirci meno soli di fronte a tante difficoltà e a costruire passo dopo passo, insieme, la città che vogliamo oggi, ma soprattutto che immaginiamo per domani.

Con tutta la gioia di intraprendere questa avventura insieme, vi saluto calorosamente e vi auguro un buon anno accademico, ringraziando di cuore l’operato e l’impegno della Presidente, del Consiglio Direttivo, dei docenti, dei collaboratori e di tutti voi.

Un abbraccio

L’Assessora alla Cultura
Marianna Valenti

User registration

You don't have permission to register

Reset Password